Avionews.it
username password  
  Dimenticato la password?  
микрозайм онлайн срочно
Approfondimenti

Aerei, elicotteri e Uav. Riconfermate le risorse per la Nasa nel budget proposto da Trump per il 2018. Favoriti i fornitori della difesa Usa

Washington, Usa - Le spese militari aumenterebbero di 53 miliardi di dollari (+9%) rispetto al 2017, pesanti tagli ad agricoltura, ambiente e salute. Preoccupazione anche tra i Repubblicani

23679

(WAPA) - Maggiori risorse per aerei, elicotteri, Uav ed altri dispositivi per la difesa sono state predisposte dal governo del presidente Usa Donald Trump nel budget proposto per il 2018, reso noto giovedì scorso nelle sue linee generali. Aumentano i finanziamenti per i veterani di guerra, per il dipartimento per la sicurezza nazionale e per la difesa, quest'ultima con un +9% (+53 miliardi di dollari rispetto al 2017). Significativi invece i tagli che riguardano la protezione dell'ambiente -l'agenzia preposta vedrà la sua disponibilità finanziaria ridursi del 31% rispetto al 2017-, i dipartimenti dell'agricoltura e del lavoro (-21% ciascuno), salute e servizi sociali (-18%) ed educazione (-14%).
Trump -che giovedì ha anche nominato un manager di Boeing vicesegretario alla difesa Usa (vedi notizia AVIONEWS) -ha espressamente considerato 13,5 miliardi per forniture ed ammodernamenti militari, inclusi ulteriori elicotteri Apache e Blackhawk, aerei caccia F-35 ed F/A-18, missili tattici, Uav, sistemi antimissile Thaad (Terminal High Altitude Area Defense) ed un cacciatorpediniere DDG-51 già parzialmente finanziato nel 2016.
Recentemente il governo Usa ha siglato con Boeing un contratto quinquennale del valore di 3,4 miliardi di dollari per l'acquisto di 244 elicotteri Apache remanufactured (per approfondimenti vedi notizia AVIONEWS).
Alcuni esponenti del Partito Repubblicano hanno espresso preoccupazione per alcuni tagli e sottolineato che quanto proposto è solo l'inizio del percorso che porterà al budget definitivo che sarà elaborato dal Congresso.
Confermate invece le risorse destinate alla Nasa che resterebbero in linea con quelle degli ultimi anni. Il suo amministratore Robert Lightfoot ha espresso soddisfazione in una dichiarazione ufficiale rilasciata il 16 marzo. Pur sapendo che per arrivare al budget definitivo c'è ancora molta strada da fare e che informazioni più dettagliate saranno disponibili a maggio, la proposta attuale consentirà all'agenzia di "svolgere la sua mission per la Nazione, anche in questi tempi difficili di rigore fiscale", di continuare il suo lavoro con l'industria "per mandare l'uomo sempre più nelle profondità dello spazio"e continuare ad innovare nell'aeronautica e nell'esplorazione dell'universo. Le risorse potrebbero tuttavia essere riallocate verso alcuni progetti con tagli o cancellazioni per altri, come il progetto Arm (Asteroid Redirect Mission) -una missione per raggiungere un asteroide prossimo alla Terra, cambiarne la rotta e posizionarlo in un'orbita stazionaria intorno alla Luna- i cui risultati finora conseguiti sulla propulsione ad energia solare non saranno dispersi ma utilizzati nelle ricerche future. (Avionews)
(2017)

-1203049
(World Aeronautical Press Agency - )
онлайн игровые аппараты http://sloto-luck.com/