Avionews.it
username password  
  Dimenticato la password?  
микрозайм онлайн срочно
Industria

Procedura "anti-dumping" degli Stati Uniti contro Bombardier per gli aerei Cs100 e Cs300. Il Canada minaccia di rivedere l'acquisto dei Super Hornet

Washington, Usa - Il costruttore canadese avrebbe venduto velivoli in perdita beneficiando di sovvenzioni pubbliche

18126

(WAPA) - Il dipartimento del commercio degli Stati Uniti ha avviato una procedura contro Bombardier per verificare le accuse segnalate lo scorso aprile da Boeing, secondo cui il costruttore canadese avrebbe immesso sul mercato i suoi aerei Cs100 e Cs300 ad un prezzo più basso di quello di costruzione beneficiando di sovvenzioni pubbliche. Le indagini sono affidate alla commissione Usa per il commercio estero (Usitc, Us International Trade Commission), che ha effettuato ieri la prima udienza con le parti coinvolte e dovrebbe esprimersi in merito il 12 giugno. Qualora la commissione ritenesse fondate le accuse, il dipartimento del commercio dovrà decidere il da farsi entro il mese di ottobre. Boeing sostiene che i velivoli della serie Cs sarebbero stati venduti a circa 19,6 milioni di dollari l'uno, prezzo inferiore a quello necessario per la fabbricazione, indicato in 33,2 milioni di dollari. La pratica -il cosiddetto "dumping"- avrebbe favorito Bombardier nell'appalto per 75 aeromobili siglato con il vettore Delta Air Lines -anch'esso di conseguenza parte in causa- lo scorso anno penalizzando i B-737/700. Tale abbattimento di prezzo sarebbe stato possibile grazie ai finanziamenti pubblici ricevuti in particolare dal governo del Canada e dal Quebec che hanno sostenuto l'industria e la serie Cs con circa 2,5 miliardi di dollari (per approfondimenti vedi notizie AVIONEWS 1 e 2).
Il ministro degli esteri canadese Chrystia Freeland ha espresso ieri il disappunto del governo del suo Paese per la procedura avviata dagli Usa e promossa da Boeing che avrebbe l'intento di bloccare l'ingresso nel mercato statunitense della nuova serie Cs. Freeland ha affermato che il Canada potrebbe rivedere gli acquisti militari che riguardano Boeing, dichiarazione che la stampa canadese considera un'allusione neppure troppo velata alla pianificata commessa per 18 aerei caccia F/A-18 Super Hornet che il governo intenderebbe affidare direttamente al costruttore Usa in attesa di avviare una gara pubblica per rinnovare la sua ormai invecchiata flotta di CF-18.
Lo scorso dicembre analoga procedura contro gli aiuti di Stato che avrebbero favorito Bombardier nei confronti di Embraer era stata presentata dalla Camera del commercio estero del Brasile al Wto (World Trade Organization), l'Organizzazione mondiale del commercio (per approfondimenti vedi notizie AVIONEWS 1 e 2). (Avionews)
(2017)

-1204531
(World Aeronautical Press Agency - )
онлайн игровые аппараты http://sloto-luck.com/