Avionews.it
username password  
  Dimenticato la password?  
микрозайм онлайн срочно
Atti parlamentari

Interrogazione su società di avioforniture

Roma, Italia - Presentata dalla senatrice Nunzia Catalfo (M5S)

16528

(WAPA) - "Ai ministri del Lavoro e delle politiche sociali e delle Infrastrutture e dei trasporti

Premesso che:

quella dell'aviofornitore è una figura essenziale all'interno degli aeroporti di tutto il mondo. Ai sensi dell'allegato A del decreto legislativo 13 gennaio 1999, n. 18, l'assistenza carburante ed olio comprende: l'organizzazione e l'esecuzione del rifornimento e del recupero carburante, compreso il magazzinaggio; il controllo della qualità e della quantità delle forniture; il rifornimento di olio e di altre sostanze liquide;

per la pericolosità dei materiali oggetto del lavoro e dei rischi correlati, la legislazione italiana prevede disposizioni normative stringenti e puntuali su tale ambito lavorativo; in particolare il decreto ministeriale 30 giugno 2011, adottato dal ministero dell'Interno, reca le disposizioni da osservare durante il rifornimento di carburante agli aerei, definendo i parametri da rispettare per chi effettua tali operazioni e richiedendo a chi si appresta a svolgere tali lavorazioni la partecipazione a corsi di formazione e il conseguimento di specifiche certificazioni rilasciate dal personale dei Vigili del fuoco;

se anche formalmente assimilabile alla figura contrattuale inerente alla logistica, poiché di trasporto di materiali si tratta, a fronte di circostanziate specificità inerenti alla lavorazione ed all'utilizzo di materiali infiammabili in aeromobili ed in ambiente aeroportuale, l'unico contratto collettivo che annovera al proprio interno la figura dell'aviofornitore è il contratto collettivo nazionale di lavoro 'energia e petrolio', collocandola all'interno dell'area professionale 16, categoria 4;

il decreto legislativo n. 18 del 1999, di attuazione alla direttiva 96/67/Ce, sancisce il libero accesso al mercato dei servizi di assistenza a terra, tra cui rientra la fornitura di carburante agli aeromobili. A seguito di tale disposto normativo, Eni, che fino a quel momento deteneva il servizio di aviofornitura come un servizio in house, decide di scorporare il comparto, di cedere tale ramo d'azienda e gestire il servizio di rifornimento tramite appalto con società terze. Tale scelta di Eni è stata seguita anche dalle altre società, che partecipano alle gare di appalto per la fornitura di servizi di rifornimento carburante all'interno degli scali italiani;

ad oggi le società che offrono servizi di aviofornitura in subappalto sono Skytanking, Carboil Srl e Marceviaggi Srl. Le tre società non garantiscono però un eguale trattamento normativo e retributivo ai lavoratori. Tale disparità viene perseguita tramite l'utilizzo di due diversi contratti collettivi nazionali di riferimento per i lavoratori impiegati in uguali mansioni. Carboil e Marceviaggi utilizzano il contratto collettivo del comparto logistica e trasporti, che non contempla al suo interno la figura dell'aviofornitore, ma la più generica figura del trasportatore caratterizzata da minimi salariali più bassi ed orari e turni di lavoro più pesanti rispetto a quanto previsto dal contratto collettivo del comparto energia e petrolio, utilizzato da Skytanking, con risparmi di spesa ingenti alle prime due società, tramite appunto il contenimento dei costi della componente costo del lavoro;

considerato che, a parere degli interroganti:

l'attuale mancanza di regole determina una concorrenza tra operatori che non si basa sulla capacità oggettiva di fare impresa, ma su strategie al ribasso dei costi che determinano la perdita di occupazione ed il peggioramento delle condizioni di lavoro. Tale pratica può portare al venir meno dei requisiti di sicurezza richiesti, con grave rischio per l'incolumità dei lavoratori e di chi fruisce dei servizi aeroportuali;

la strategicità del servizio di trasporto e messa a bordo di carburante negli scali, per la particolare natura della lavorazione e per la sua pericolosità, rende necessario un intervento istituzionale che garantisca pari condizioni di lavoro e regolamenti l'affidamento tramite procedure di selezione del contraente, affinché il settore possa dotarsi di un contratto unico per tutti gli operatori e di una clausola sociale a difesa dell'occupazione,

si chiede di sapere:

se i ministri in indirizzo siano a conoscenza dei fatti esposti;

se, nell'ambito delle rispettive competenze, intendano attivarsi, affinché si definiscano norme contrattuali uniformi ed una clausola sociale per tutti gli operatori del settore, garantendo che tale servizio venga effettuato con continuità da addetti qualificati e nel rispetto delle necessarie regole di sicurezza". (3-03811) (Avionews)
(006)

-1205151
(World Aeronautical Press Agency - )
онлайн игровые аппараты http://sloto-luck.com/