XXX Rape
XXX Rape
Avionews.it
username password  
  Dimenticato la password?  
DarksSide.com
DarksFetish.com
Atti parlamentari

Interrogazione su emergenza incendi, e su sblocco 23 milioni per potenziare organico vigili fuoco

Roma, Italia - Presentata dall'onorevole Vincenza Labriola (Fi-Pdl)

11537

(WAPA) - "Al presidente del Consiglio dei ministri, al ministro dell'Interno.

Per sapere, premesso che:

da un articolo di stampa, pubblicato il 2 luglio 2017 dal quotidiano on-line 'laringhiera.it' si apprende che il dramma incendi si sia abbattuto sulla pineta di Marina di Ginosa, già duramente distrutta negli scorsi anni da due alluvioni e da altri incendi di una certa identità;

le fiamme dell'ultimo rogo avrebbero distrutto, malgrado il lavoro incessante dei vigili del fuoco e forze dell'ordine, vaste aree di macchia mediterranea e di pineta della zona Marinella, lungo il versante sud di Marina di Ginosa, nei pressi di un importante villaggio turistico;

il 19 giugno 2017, 'ilmattino.it' aveva pubblicato un articolo riguardante l'allerta incendi riferendo che, in Portogallo, vaste aree del territorio fossero andate distrutte e che, con l'estate ormai iniziata, anche in Italia si stessero verificando eventi simili in particolare nelle Regioni Marche, Lazio e Toscana. Stando ai dati pubblicati, in Italia i vigili del fuoco ogni anno fronteggerebbero oltre 5000 roghi ed incendi ed il lavoro cadrà sui circa 30 mila pompieri e migliaia di volontari;

secondo le dichiarazioni del capo della protezione civile, Fabrizio Curcio, in Italia sarebbero 6 le regioni sprovviste di mezzi aerei per intervenire sugli spegnimenti, rendendo vano il lavoro dei soccorritori già in carenza d'organico con un rapporto di un vigile del fuoco su 15 mila abitanti;

ogni anno i picchi di lavoro si concentrerebbero generalmente durante il Capodanno, a causa dei danni riportati dai fuochi d'artificio e durante l'estate con gli incendi e roghi. Le forze preposte all'emergenza vengono utilizzate anche per grandi eventi, concerti e soprattutto per soccorsi durante sismi e inondazioni che, negli ultimi anni, hanno colpito il nostro Paese, aumentando sempre di più la mole di lavoro;

negli ultimi mesi, i sindacati di settore hanno più volte manifestato le loro preoccupazioni sia per la mancanza di personale che per la carenza dei mezzi messi a disposizione. In riferimento alla carenza d'organico, i sindacati hanno fatto presente che, la misera quota parte pari al 10,25 per cento, riconosciute ai vigili del fuoco, del fondo ex-articolo 1, comma 365, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio) destinato all'assunzione straordinaria in tutte le forze di polizia, risulta riduttiva rispetto alle esigenze d'organico;

inoltre, lo stesso ministro Minniti avrebbe, come sostengono i sindacati del Corpo, asserito che necessitano almeno 23 milioni di Euro per l'assunzione di altre 590 unità affinché vada a regime l'organico dei vigili. La quota parte del fondo così suddivisa però sarebbe estremamente inferiore alle vere necessità del Corpo;

in riferimento ai mezzi di soccorso si apprende che la maggior parte degli aeromobili sono di proprietà dello Stato, altri invece sono appositamente noleggiati in caso di emergenza. Si tratterebbe di circa 40 aerei, 15 Canadair e circa 20 tra elicotteri S-64 e Fire Boss. A questi si aggiungono altri elicotteri di media e grande portata messi a disposizione da Esercito, Marina militare e Capitaneria di porto. Nonostante l'ampia flotta però, in caso di emergenza, ci si rivolge ad aziende private in circa la metà dei casi, in particolare alla multinazionale Babcock che, da qualche anno, ha rilevato le quote della società italiana Inaer con i suoi oltre 40 elicotteri e 20 Canadair–:

quali iniziative intenda assumere il Governo per rendere disponibili i 23 milioni di Euro per il potenziamento d'organico dei vigili del Fuoco;

in vista dell'emergenza incendi del periodo estivo, quali strategie intenda adottare per ampliare il parco 'macchine' ed incrementare il numero dei mezzi necessari per intervenire tempestivamente sullo spegnimento degli incendi e con quali modalità intenda procedere". (5-11749) (Avionews)
(006)

-1205745
(World Aeronautical Press Agency - )