It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Dopo 20 anni gli aerei dell'Aeronautica militare per la ricerca in Antartide

È iniziata l'avventura della 35esima spedizione scientifica

La 35esima spedizione scientifica italiana in  è partita. Presso la stazione italiana "Mario Zucchelli" (Mzs) a Baia Terra Nova, per 4 mesi, 250 tecnici, ricercatori si dedicheranno 45 progetti di ricerca. Quest'anno verrà impiegata la rompighiaccio "Laura Bassi" gestita da Cnr, Enea el' istituto Nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale di Trieste (Ogs). Dopo 20 anni toneranno i velivoli dell'Aeronautica militare tra cui un aereo C-130J della 46esima Brigata Aerea di Pisa. Tra i progetti previsti la realizzazione di una pista di volo a Boulder Clay.

L'8 novembre inizierà la campagna estiva a Concordia con osservatori e studi.

La stazione Mario Zucchelli (Mzs), è situata in una zona extraterritoriale senza alcuna sovranità nazionale, cosicché dal punto di vista amministrativo-diplomatico ricade nella competenza territoriale dell'ambasciata italiana di Wellington, in Nuova Zelanda. La base è operativa durante i mesi primaverili ed estivi dell'emisfero australe tra ottobre e febbraio e rappresenta l'asse funzionale di tutte le attività di ricerca scientifica italiana in Antartide. Dato il posizionamento tra il polo sud ed il circolo polare antartico, la stazione Zucchelli sperimenta i fenomeni del sole di mezzanotte, tra novembre e febbraio e della notte polare tra maggio ed agosto.

RC3 - 1225310

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Similar