Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Enders: "Siamo molto preoccupati per il Regno Unito"

L'ad di Airbus esprime nuovamente le sue perplessità sugli effetti della Brexit

L'amministratore delegato di Airbus Tom Enders -come riporta "Il Sun"- ha affermato questa mattina che Theresa May non saprebbe come portare a termine la Brexit senza danneggiare il Regno Unito, dichiarando che è giusto lanciare avvertimenti negativi sul potenziale impatto che avrà l'abbandono dell'Unione europea. Durante l'incontro annuale di Airbus con i giornalisti Enders ironicamente -ma probabilmente neanche troppo- ha detto: "Il sole splende sul Regno Unito, la nazionale inglese sta andando verso la finale dei mondiali di calcio, la Royal Air Force (Raf, l'aeronautica britannica) si sta preparando per celebrare il suo centenario e il governo di Sua Maestà non ha ancora idea di come effettuare la Brexit senza fare gravi danni".

L'ad ha continuato dicendo che la situazione è molto imbarazzate per Airbus perché "Dobbiamo rivelare in pubblico le nostre paure al riguardo". Dichiarazione che arrivano poche settimane dopo che l'industria aerospaziale europea ha minacciato di lasciare il Regno Unito e di chiudere le proprie fabbriche sull'isola -situate nel nord del Galles, a Stevenage, a Portsmouth e a Bristol. In un caso come i 14.000 lavoratori britannici perderebbero il proprio posto di lavoro, e anche le piccole e medie aziende che collaborano con Airbus rischierebbero il fallimento. 

Molte delle attese di Enders sono riposte nell'incontro con il governo che avrà la May oggi, dove potrebbe uscire una linea definitiva e comune su come affrontare la Brexit.

M/A - 1212602

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate