Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei, licenziamenti Norwegian Air Shuttle a Londra

I dipendenti a rischio sono quelli dell'aeroporto di Gatwick

Il salvataggio del vettore aereo scandinavo Norwegian Air Shuttle è ancora una questione complessa (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS); intanto la stessa compagnia sceglie una strada ben precisa per non sostenere costi eccessivi. Come è successo anche in altri vettori, l’aviolinea norvegese è intenzionata a licenziare diversi posti di lavoro nel proprio hub di Londra-Gatwick. Il rischio concreto riguarda circa 250 dipendenti, ma si teme che il numero possa anche aumentare. Come riferito nelle ultime ore dai media britannici, sono oltre mille i lavoratori Norwegian che si trovano nello scalo londinese; prima di arrivare una scelta drastica e dolorosa, comunque, ci saranno consultazioni ripetute con i sindacati, una fase di transizione che dovrebbe durare circa 45 giorni. 

Gli esuberi si riferiscono soprattutto ai membri dell’equipaggio, dunque piloti, hostess e steward. Tutto dipende dalle scelte del governo di Londra. In effetti, il vettore nordico dipende molto dai sussidi dell’esecutivo per garantire lo stipendio ai suoi lavoratori, peccato che il prossimo 31 ottobre giungerà a scadenza il “Coronavirus job retention scheme”. Di cosa si tratta? Non è altro che lo schema scelto dal governo inglese per autorizzare gli aiuti economici necessari al trasporto aereo, un programma che è già in vigore da aprile e che non è destinato a durare per sempre. 

Sull'argomento leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

Sr - 1232526

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili