Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

"Trattato sui cieli aperti": volo russo negli Usa

Dal 22 al 30 settembre con esperti statunitensi

Ai sensi del "Trattato sui cieli aperti", un patto internazionale che ha l'obiettivo di promuovere la trasparenza sulle attività militari condotte dai 34 Paesi membri secondo il concetto dell'osservazione aerea reciproca, l'esercito russo effettuerà, dal 22 al 30 settembre, un volo di osservazione sul territorio degli Stati Uniti dall'aeroporto di Great Falls. A bordo dell'aereo Tu-154MLK-1 esperti statunitensi controlleranno l'uso degli strumenti di osservazione ed il rispetto dell'accordo.

Il "Trattato sui cieli aperti" o "Open Skies" è stato firmato a Helsinki il 24 marzo 1992 ed è entrato in vigore il primo gennaio 2002. L'accordo comprende 34 Paesi: Bielorussia, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Canada, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Turchia, Ucraina, Regno Unito e Stati Uniti. Kirghizistan ha firmato ma non ha ancora ratificato. Il patto ha una durata illimitata ed è aperto all'adesione di altre Nazioni.

RC3 - 1224455

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili