Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Armenia-Azerbaigian, droni e aerei militari turchi a sostegno di Baku?

Il conflitto tra i due Paesi ha riacceso vecchie tensioni

Secondo quanto affermato oggi, lunedì 28 settembre 2020, dal ministero degli esteri dell’Armenia, anche la Turchia sarebbe intervenuta nel conflitto appena divampato tra l’ex-Repubblica sovietica e l’Azerbaigian. Erevan ha infatti reso pubblico l’invio da parte di Ankara di droni ed aerei militari a sostegno delle forze armate azere per i combattimenti nel territorio conteso tra i due Paesi. La Nazione anatolica è stata accusata di “interferenza”, ma Baku ha negato qualsiasi addebito. All’inizio si era parlato di semplici “scaramucce”, però la situazione è peggiorata di minuto in minuto e si teme una nuova guerra come quella del Nagorno Karabakh (1992-1994). 

Come spiegato dagli esperti, il conflitto di inizio anni Novanta era soltanto “congelato” ed è bastato davvero pochissimo per riaccenderlo; l’esercito azero ha bombardato le postazioni delle forze indipendentiste armene dopo l’attacco di queste ultime, spingendo Erevan e Baku a proclamare la legge marziale e la mobilitazione generale. Non si tratta soltanto di un conflitto in cui vengono coinvolte le armi, ma anche le parole, amplificate dai social network che hanno diffuso in tutto il mondo il duro scambio di accuse tra gli Stati. Già a luglio c'erano stati scontri pesantissimi al confine, con diverse vittime da entrambe le parti, mentre nel 2016 circa 110 persone avevano perso la vita per lo stesso motivo. 

Sr - 1232198

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili