Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Riprogrammato lancio razzo spaziale russo Soyuz

Il maltempo ha "suggerito" una nuova data

Il maltempo ha in parte stravolto i programmi dell’agenzia spaziale russa Roscosmos. Come riferito dai media locali, il lancio del razzo Soyuz in programma per la giornata di ieri, domenica 29 novembre 2020, è stato spostato di due giorni. Dunque domani, martedì primo dicembre 2020, ci sarà il decollo effettivo, visto che le condizioni meteorologiche (freddo e pioggia) non hanno garantito adeguati livelli di sicurezza. Si sta parlando della capsula Soyuz-St-A con satellite Falcon Eye 2 degli Emirati Arabi che verrà lanciata dalla base di Kourou, nella Guyana francese per la precisione (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). I test non hanno finora riservato sorprese negative ed al veicolo spaziale non sono stati riscontrati difetti e nemmeno problemi tecnici. 

Una settimana fa, invece, qualche anomalia c’era stata, visto che l’elettrovalvola pneumatica ha fatto registrare una perdita durante l’assemblaggio. Le riparazioni sono andate a buon fine e non rimane che aspettare la giornata di domani. Il Soyuz in questione è stato progettato, sviluppato e prodotto presso il Progress Space Rocker Center di Samara (in Russia per l’appunto), e fa parte di un programma molto più ampio per sfruttare razzi sempre più tecnologici e sofisticati. Tra le ultime innovazioni apportate si può citare il sistema di telemetria con trasmettitori che operano in banda decimetrica ed una struttura in telaio telemetrico. 

Sull’argomento leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

Sr - 1233585

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili