Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Variante Omicron: le restrizioni sui voli negli Usa

Test gratuiti. Nessuna quarantena. Accolte in parte le richieste dei vettore aerei

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha illustrato ieri le nuove misure per limitare la diffusione della nuova variante Omicron del coronavirus. Saranno ammessi sul suolo americano sono i passeggeri aerei vaccinati, che in ogni caso dovranno effettuare un tampone 24 ore prima del volo. A differenza di quanto ci si aspettava nei giorni scorsi, l'approccio sarà graduale. Nelle sue disposizioni l'amministrazione federale ha accolto almeno in parte la richiesta avanzate dalle compagnie e degli operatori turistici. 

Il piano anti-covid entrerà a regime a partire dalla prossima settimana. Tutte le persone in arrivo negli Stati Uniti, oltre ad aver completato il ciclo vaccinale, dovranno presentarsi all’imbarco con un test realizzato un giorno prima della partenza. Verrà perciò potenziato il programma per effettuare test gratuiti sul coronavirus in quattro aeroporti -chiave degli Stati Uniti: al "John Fitzgerald Kennedy" di New York, al Newark-Liberty, a San Francisco, all'Hartsfield-Jackson di Atlanta. I due principali vettori aerei americani Delta Air Lines ed United Airlines hanno fatto sapere che non è in previsione l'introduzione di piani straordinari per regolare il servizio. 

A livello federale, per il momento è scartata l’ipotesi di imporre una quarantena obbligatoria sia ai passeggeri stranieri che americani che rientrano nel Paese. Inoltre, è stata rilanciata la campagna di sensibilizzazione per la terza dose: l'obiettivo è raggiungere circa 100 milioni di americani. Annunciato anche un ulteriore sforzo per la diffusione dei test fai da te. 

Gic - 1240785

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili