Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Impatto Covid-19 sul trasporto aereo

Studio Eurocontrol: bilancio 2021 e prospettive 2022 - ALLEGATO

In quasi due anni di pandemia il settore europeo dell’aviazione commerciale e quello del trasporto aereo hanno dimostrato una certa resilienza. È quanto emerge dal 15esimo Think Paper di Eurocontrol, l'organizzazione che monitora l'efficienza del sistema del traffico aereo a livello europeo, dei comparti industriale e professionale. Dal documento emerge una "ripresa parziale ma cruciale" del traffico aereo nel 2021, una crescita che continuerà fino ad arrivare al 70-90% (a seconda dell'evoluzione delle varianti) a fine 2022 rispetto ai livelli registrati nel 2019. 

L'impatto economico resta enorme: 18,5 miliardi di Euro di perdite subite dai vettori aerei europei (nel 2020 registrati -22,2 miliardi di Euro). Sono 1,5 miliardi i passeggeri in meno rispetto al 2019 (mentre nel 2020 erano -1,7 miliardi) e 4,9 milioni i voli mancanti (nel 2020 erano -6,1 milioni). 

Il 2021 era iniziato con un volume di traffico aereo pari al 36% rispetto ai livelli pre-pandemia. Poi si è ripreso solidamente durante l’estate, raggiungendo il 27 agosto il picco di circa il 70% dei voli operati nel 2019. Tutto ciò grazie ai programmi di vaccinazioni di massa ed al Green pass europeo. Il trend positivo è proseguito in tutto il Vecchio continente, registrando un aumento dell'operatività fino all’81% a fine ottobre. Infine, il ripristino di alcune restrizioni dovute alla diffusione della variante Omicron a dicembre ha fatto scendere il volume ed il numero dei collegamenti al 78% rispetto al 2019. 

La fiducia nel futuro del settore è legata anche agli importanti impegni sul tema della sostenibilità. A breve termine il carburante sostenibile per l'aviazione (Saf) è visto come un mezzo per ottenere guadagni immediati, con motori aerei già certificati per consumare una miscela al 50%. Tuttavia, adesso gli sforzi degli Stati sono ancora concentrati nella ripresa dalla pandemia. Questo ostacola il finanziamento di un decisivo salto tecnologico nel settore che, grazie alla partnership con la politica, dovrà portare alla decarbonizzazione del trasporto aereo nel 2050, con un taglio del 65% di emissioni nocive che dovrebbe avvenire proprio grazie al Saf. 

La versione integrale del documento (22 pagine) è allegata a questa AVIONEWS.

Allegati
Gic - 1241316

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili