Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Droni insetto per ricognizioni e operazioni di soccorso

Ricercatori sviluppano i RoboBee

Sviluppati sotto la guida di Moritz Graule dell'università di Harvard, i RoboBee sono i più piccoli droni volanti al mondo. Ancora legati alla necessità di essere collegati attraverso un cavo a un cervello elettronico esterno e a una fonte di energia, i RoboBee potrebbero costituire in futuro un vero e proprio esercito da impiegare in occasione di ricognizioni, incidenti, catastrofi e operazioni di soccorso, soprattutto in luoghi pericolosi per l'uomo. Obiettivo del team di ricercatori, dopo aver dato ai droni la capacità di nuotare, sarà quello di farli restare in volo il più a lungo possibile corredandoli di fonti di energia autonoma. Microscopici oggetti volanti dal peso di soli 0,08 grammi, i minidroni sono in grado di sfruttare l'elettricità statica e sono dotati di dispositivi di ancoraggio leggerissimi che permettono loro, proprio come insetti e pipistrelli, di aggrapparsi a pareti e sporgenze.

aa - 1211387

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili