Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Air France-Klm: Borne smentisce la possibile acquisizione di azioni da parte della Francia

Obiettivo francese evitare uno scontro con i Paesi Bassi

La decisione del governo olandese di rilevare il 14% delle azioni del Gruppo Air France-Klm è destinata a creare un terremoto molto lungo nei rapporti con la Francia e nell'equilibrio dell'assemblea degli azionisti. Parlando a "France Info" il ministro dei trasporti francese Elisabeth Borne ha escluso la possibilità di aumentare la partecipazione di Parigi oltre l'attuale 14,3% anche perché "vogliamo evitare un'escalation con i Paesi Bassi". Non per questo però la questione terminerà qui, perché la stessa esponente politica ha sottolineato come "da Amsterdam devono spiegarci la loro strategia e le loro motivazioni che li hanno portati a sborsare i 744 milioni di Euro necessari per acquistare le azioni".

Dalla partita tra Francia e Paesi Bassi, però, chi potrebbe ottenere un vantaggio potrebbero essere China Eastern Airlines e Delta, le quali posseggono entrambe l'8,8%. La loro presenza azionaria potrebbe essere un ago della bilancia non indifferente perché se unite al 14% olandese o francese avrebbero il potere, praticamente, di bloccare ogni decisione presa dal cda. Un aumento di potere delle "rivali" rischia di compromettere proprio le capacità di Air France e di Klm su scala internazionale poiché potrebbero "impantanarsi" nello scontro politico tra i due rispetti governi.

M/A - 1219343

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate
Simili