Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Boeing e Faa avvertono: difetto su aerei B-737 NG e MAX

Il problema sulle alule del bordo d'attacco dell'ala riguarda 312 esemplari nel mondo

Sembra non esservi pace per la nuova famiglia di velivoli 737 Boeing, già pesantemente colpita dalla messa a terra della variante MAX dopo i due noti incidenti (Lion Air ed Ethiopian Airlines) che hanno provocato la morte di 346 persone per un malfunzionamento del sistema automatico antistallo Mcas. L'industria di Seattle  ha informato Faa (Federal Aviation Administration) che alcune parti (nello specifico le alule del bordo d'attacco dell'ala) degli aerei B-737NG e MAX potrebbero essere state fabbricate in modo improprio e potrebbero quindi non soddisfare tutti i requisiti normativi applicabili in termini di resistenza e durata. A seguito di un'indagine condotta da Boeing e dall'ufficio di gestione delle certificazioni (Cmo, Certificate Management Office) dell'autorità di regolazione americana, quest'ultima  ha stabilito che ad essere difettoso è un determinato numero di parti prodotte da un fornitore terzo di Boeing. L'industria ha identificato attraverso i numeri di serie gli esemplari dei due modelli 737NG e 737MAX su cui le parti difettose  potrebbero essere state installate. E rende noto che solo in America sono a rischio 32 velivoli Next Generation e 33 MAX, mentre la flotta mondiale coinvolta è di 133 NG e 179 MAX.

Le parti in questione possono essere soggette a guasti improvvisi o a crepe derivanti proprio da un difetto nel processo di fabbricazione. Sebbene tale guasto non provochi la perdita dell'aeromobile, sottolinea il costruttore, rimane il rischio che possa arrecare danni all'aereo in volo.

Faa emetterà dunque una prescrizione di aeronavigabilità per imporre a Boeing le dovute azioni volte a rimuovere e sostituire le parti. Gli operatori degli aeromobili interessati sono avvertiti e la sostituzione dovrà avvenire  entro 10 giorni. Faa ieri ha anche allertato le autorità internazionali dell'aviazione civile, chiedendo che anche queste prendano immediati provvedimenti..

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

ClaMos - 1221970

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate
Simili