Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Russia lancia prima centrale nucleare galleggiante al mondo

Viaggio sull'Artico preoccupa gli ambientalisti - VIDEO

Oggi, 23 agosto, la Russia ha inaugurato il viaggio di "Lomonosov" un controverso reattore nucleare galleggiante che attraverserà il Mare Artico per quasi 3100 miglia dal porto di Murmansk per raggiungere quello di Pevek in 4-6 settimane.

Alimentato con combustibile nucleare la struttura allarma gli ambientalisti considerato anche il recente test missilistico fallito che ha portato ad un pericoloso picco di radiazioni nella città di Arkhangelsk (vedi AVIONEWS).

Il progetto "Lomonosov" fa parte di un piano per portare energia elettrica in una delle regioni più remote della Russia. La piattaforma, lunga 144 metri, dipinta con i colori della bandiera russa, fornirà elettricità agli insediamenti ed alle aziende che estraggono idrocarburi e pietre preziose nell'area di Chukotka. La nuova centrale nucleare soddisfa gli ambiziosi piani di espansione dell'Artico del presidente Vladimir Putin e questo non può non sollevare preoccupazioni nel contesto geopolitico.

La centrale galleggiante è stata soprannominata "Chernobyl on Ice" o "floating Chernobyl" da "Greenpeace" e "Rosatom", la compagnia statale responsabile dei progetti nucleari russi, ha combattuto contro questo soprannome, affermando che tali critiche sono prive di fondamento. Likhachev, ceo della società ha dichiarato durante una cerimonia a Murmansk che la centrale "contribuirà in modo significativo alla creazione di un futuro sostenibile e prospero nell'Artico". 

Sotto, il video della prima chiatta russa nucleare:

RC3 - 1223847

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl