Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

India: la corte suprema dà torto a Gandhi

Nel contratto firmato per l'acquisto di 36 aerei caccia non ci sono elementi di illegalità

La corte suprema indiana ha comunicato che nel contratto firmato dal premier Modi nel 2016 con l'azienda francese Rafale di 7,8 miliardi di Euro per l'acquisto di 36 aerei caccia non ci sono elementi di illegalità o corruzione.

Una conclusione che pone fine alle considerazioni del partito di Sonia e dell'ex-presidente Rahul Gandhi secondo le quali il governo avrebbe ricevuto una tangente per affidare l'assemblaggio degli aerei alla società indiana Reliance Defence Limited di proprietà dell'industriale di Mumbai, Mukesh Ambani, uno degli uomini più ricchi dell'India. 

La corte ha inoltre invitato Rahul Gandhi ad essere "più cauto nelle sue affermazioni" in quanto personaggio noto.

RC3 - 1225844

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili