Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Delta: "siamo ancora interessati ad Alitalia"

Ritorno di fiamma della compagnia americana?

Delta è ancora interessata ad Alitalia. Lo ha dichiarato l'amministratore delegato Ed Bastian. Il vettore aereo ha affermato che "rimane impegnato a diventare un azionista di minoranza in un'Alitalia riorganizzata e conferma che disponibile ad investire 100 milioni di Euro per una quota del 10% della compagnia italiana. L'aviolinea americana non vede l'ora di lavorare con il nuovo commissario di Alitalia Giuseppe Leogrande (vedi AVIONEWS) e vuole mantenere la sua alleanza con Alitalia in futuro". Considerato che Lufthansa aveva affermato che sarebbe stata disposta ad entrare solo a patto di una consistente ristrutturazione (vedi AVIONEWS), il ritorno di Delta potrebbe riaprire nuovamente la partita. In ogni modo l'unica costante sembrerebbe essere i migliaia di esuberi a discapito dei lavoratori. Con il ritiro di Atlantia avvenuto poco prima della scadenza della presentazione dell'offerta vincolante (vedi AVIONEWS), la dichiarata inammissibilità dell'emendamento sul decreto Alitalia (vedi AVIONEWS) che ha stoppato al momento quindi il prestito-ponte di 400 milioni di Euro (in attesa che il testo venga convertito in legge); sono solo alcune problematiche che catapultano la compagnia in un contesto di seria incertezza. Tra le novità è stata soppressa la norma del "Decreto crescita", che destinava i 145 milioni dovuti dalla ex-compagnia di bandiera al ministero dell'Economia come interessi sul precedente prestito statale di 900 milioni, erogato nel 2017, per l'assunzione di una partecipazione azionaria del Mef nella Newco che si sarebbe dovuta costituire con l'offerta di Fs e Delta. Essendo caduta l'offerta i 145 milioni di interessi dovuti fino al 31 maggio scorso dovrebbero essere restituiti al Mef, come i 900 milioni del precedente prestito.

RC3 - 1226546

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate
Simili