Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Aerei. Crisi da coronavirus porta Helvetic Airways in acque tempestose

Scattano i primi licenziamenti. Altre misure per fronteggiare il grave momento

Il vettore aereo Helvetic Airways ha interrotto il rapporto di lavoro con una decina fra piloti e assistenti di volo: è questa la prima misura che la compagnia elvetica ha messo in atto per contrastare la crisi per il crollo della domanda di trasporto aereo provocata dall'epidemia del coronavirus, un colpo per l'aviolinea che già non navigava in acque tranquille. In queste ore il ceo Tobias Pogorevc in un'intervista ripresa da "Swissinfo" ha dichiarato che la società ha predisposto uno stop immediato a nuovi investimenti e  all'acquisto di nuovi aerei. L'ad ha invitato anche i dipendenti a smaltire una parte del loro periodo di ferie, da qui a fine giugno. "Ci aspettiamo un calo significativo della domanda da parte dei nostri partner- ha detto il ceo-. Sono stati cancellati diversi collegamenti charter, voli speciali e offerte aggiuntive. Abbiamo già dovuto licenziare un equipaggio, vale a dire da dieci a undici persone".

Sempre stando all'organo di stampa elvetico online, la compagnia ha anche deciso di cambiare la configurazione interna dei velivoli, per diminuire i posti a sedere in modo da impiegare un equipaggio di bordo più ridotto. La flotta operativa è stata portata con effetto immediato a 13 aerei, e le prossime consegne di quattro nuovi Embraer E-190/E2 non avverranno tutte nella primavera del 2020, ma saranno scaglionate.

CTim - 1228494

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili