Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Easy Jet: turbolenza in arrivo

Mentre i voli gradualmente riprendono, cresce l'inquietudine tra il personale di volo. Possibile agitazione

Peter Bellew, nuovo Direttore Operativo: assunto per ottenere risultati o per mandare a picco l'azienda?

Avionews ha ricevuto in copia la lettera sottoscritta dalle rappresentanze sindacali maggiormente rappresentative del Network EasyJet, che sarebbe dovuta essere recapitata agli azionisti, in occasione dell'assemblea generale straordinaria richiesta dal fondatore nonché maggior azionista dell’azienda, Sir Stelios Haji-Ioannou, il 22 maggio scorso.

Nella missiva, mai arrivata a destinazione, perchè censurata dal board di EasyJet, prima di essere recapitata agli azionisti, i rappresentanti dei lavoratori, oltre ad esprimere parere negativo rispetto al ridimensionamento dell’attuale flotta, secondo i sindacati “non nell’interesse dell’azienda”, avevano palesato anche forte perplessità circa l’integrità del nuovo Direttore Operativo (COO) Peter Bellew, citando le parole del giudice del Tribunale Irlandese, emesse nella sentenza seguita al ricorso di Ryanair, contro Bellew, per presunta violazione dei suoi termini contrattuali, nel passaggio da Ryanair ad easyJet, avvenuto a gennaio 2020.

Dagli estratti ufficiali della vertenza Ryanair DAC contro Bellew, che possono essere letti integralmente in allegato in basso a questa AVIONEWS.

Il giudizio del giudice Allen  aveva infatti concluso che l'attuale COO di Easyjet aveva materialmente “Ingannato easyJet durante i suoi colloqui pre-assuntivi", e secondo i sindacati questo giudizio sarebbe dovuto essere tenuto in considerazione dalla compagnia a tutela dell’integrità stessa dell’azienda.

" La sentenza del giudice Allen, nella causa Ryanair DAC contro Bellew conclude che l'attuale COO ha materialmente 'Ingannato easyJet durante le sue interviste pre-assuntive' ", dicono i sindacati nella lettera, continuando " riteniamo che queste accuse unite alla sua performance da quando è arrivato in easyJet lo rendano inadeguato per il ruolo di Chief Executive Officer di una società quotata in cui l'integrità è un requisito fondamentale."

Peter Bellew in easyJet, solo qualche mese fa, era già stato oggetto di forti critiche pubbliche nel Regno Unito per aver ampiamente sottovalutato la crisi COVID-19, chiamandola “ridicolo clamore mediatico”, riferendosi in particolare all impatto che stava avendo in Italia alla fine di febbraio e anche per aver tentato di approfittare della stessa per imporre cambiamenti radicali nelle condizioni contrattuali del personale di volo in easyJet. Entrambi questi episodi erano stati ripresi e resi pubblici ed avevano veicolato commenti e critiche particolarmente gravi dal punto di vista professionale, ai quali erano seguite le scuse dirette da parte del manager e nessun'altra azione da parte del consiglio di amministrazione di easyJet

Per quale motivo il board di easyJet avrebbe impedito che lettera dei rappresentanti dei lavoratori fosse recapitata agli azionisti prima dell'Assemblea Generale?

Perché, nonostante le pesanti critiche sull'integrità del nuovo manager, l'azienda avrebbe deciso di investire tutto proprio su di lui, affidandogli, oltre che le "Operazioni" anche la supervisione del dipartimento Sicurezza e Conformità (safety, security and compliance), finora, sotto la direzione esclusiva dell’Amministratore Delegato?

Secondo i sindacati questo nuovo incarico è molto discutibile e potrebbe non garantire una solida gestione della sicurezza, specialmente se inserito in un periodo di ristrutturazioni e austerità.

In queste ore, in tutte le basi del Network, la tensione si taglia col coltello, tanto che in uno degli ultimi comunicati sindacali, arrivato ai piloti basati in Italia, si arriva addirittura a fare un appello ai dirigenti che “credono ancora nello spirito arancione di Easyjet”, di sbarazzarsi del nuovo Chief Operating Officer.

Peter Bellew, assunto in easyjet per  “ la comprovata esperienza nell’ottenere risultati”, per usare le parole del CEO Johan Lundgren, rischia quindi di non avere vita facile in questo vettore low cost e di essere fortemente osteggiato dalla maggioranza delle rappresentanze sindacali.

aa - 1230517

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili