Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Mafia e parcheggi all'aeroporto di Malpensa, condannate 22 persone

Le indagini sul particolare business sono partite nel 2017

Ben 22 condanne: è questo il bilancio complessivo del processo che ha riguardato alcune infiltrazioni mafiose per quel che riguarda il sistema dei parcheggi presso l’aeroporto di Milano-Malpensa. Le indagini sono partite nell’ormai lontano 2017, quando si era scoperto come la ‘ndrangheta fosse riuscita ad infiltrarsi nello scalo. Per averne la certezza, comunque, si è aspettato fino allo scorso anno e la denuncia di un imprenditore che aveva intenzione di aprire un parcheggio privato proprio in questo scalo, e gli era stato proposto un accordo con i rappresentanti dei clan mafiosi. 

Nel 2019 ci sono stati 34 arresti con accuse di vario tipo, tra cui violenza privata, associazione di stampo mafioso, estorsione, minacce e porto abusivo di armi, oltre allo spaccio di sostanze stupefacenti ed alla truffa aggravata. Le due condanne principali delle ultime ore hanno riguardato il presunto boss Mario Filippelli (18 anni di reclusione) e Vincenzo Rispoli, considerato molto attivo a Legnano e non solo. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, dopo le scarcerazioni degli anni precedenti, la ‘ndrangheta si era ricompattata in breve tempo, facendo affari con la gestione di diversi parcheggi per i passeggeri dell’aeroporto.

Sr - 1231753

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili