Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei, il covid sta influenzando l'andamento dei voli business

L'analisi di Renzo Pisu, ad di Rotstein Capital

L’emergenza covid ha modificato gli equilibri della nostra vita obbligando a modificare molte delle nostre abitudini. Com’è noto, molti Paesi hanno reso difficili i trasferimenti da e per i confini internazionali. Proprio per questo sono moltissime le persone che hanno deciso di utilizzare soluzioni alternative al volo. Le nuove regole di distanziamento sociale sui voli e negli aeroporti, secondo Renzo Pisu, ad della società Rotstein Capital Limited di voli privati, spingeranno più clienti alla scelta del volo su aerei privati che possano trasportare i membri di un solo nucleo famigliare o un piccolo gruppo di vacanzieri già precostituito. Nella prima metà di novembre sono stati operati poco meno di 150 mila voli di aviazione d’affari, il 20% in meno rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Dopo aver sostenuto una ripresa dell’85% della normale attività dall’estate, la domanda di voli si è attenuata a fronte di rinnovate preoccupazioni sul virus e limitazioni di viaggio. 

Inoltre, l’attività dell’aviazione d’affari dalla primavera ha registrato un calo del 30% rispetto al 2019, sostanziale ma relativamente piccolo rispetto al -60% dell’attività di aviazione globale. L’attività europea dei business jet è in calo del 21% finora, ben lontano dal quasi normale di agosto e dal lieve calo di settembre e ottobre. Per avere un’idea, dalla fine di marzo, tra il 50 e il 90% degli aerei di linea, a seconda della categoria, non volano più a causa della mancanza di passeggeri dovuta alla crisi innescata dal coronavirus. Mentre le compagnie aeree hanno spostato la loro attenzione sulla consegna di merci durante la grave crisi dei voli passeggeri, c’è stato un incremento evidente ma complesso delle spedizioni di vaccini. Nei prossimi 20 anni la domanda di aerei cargo sarà pari a 2430 unità, con 930 aerei nuovi e 1500 convertiti da aerei passeggeri. Il covid-19 ha rivoluzionato e non poco il trasporto aereo, la logistica è diventata ormai la spina dorsale di ogni busness, un “deus ex machina” nascosto nella vita di aziende e privati di cui spesso si trascura l’importanza. 

Sr - 1233435

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili