Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aeroporti. Da gennaio Regno Unito abolirà duty-free

Londra sta ricevendo molte critiche per la scelta

Vendite al dettaglio, turismo, aeroporti ed ospitalità: sono questi i settori che rischiano di essere colpiti duramente dall’ultimo provvedimento annunciato dal Regno Unito, quello di abolire il duty-free. C’è un sistema ben preciso per il rimborso dell’Imposta sul valore aggiunto sugli acquisti effettuati in Gran Bretagna, il cosiddetto Vat Retail Export Scheme: lo schema in questione prevede lo sconto del 20% sugli acquisti stessi, una sorta di incentivo allo shopping. Con la "Brexit" (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS) ci si sarebbe aspettati una detrazione del genere anche per i cittadini dell’Ue ed invece Londra ha adottato una decisione diversa. Dal primo gennaio 2021, infatti, non si potrà più ottenere il rimborso fiscale sugli acquisti relativi ai duty-free. 

Il motivo è presto spiegato: la detrazione viene considerata dal governo britannico un “costoso regalo ai più ricchi”, senza dimenticare che l’abolizione viene considerata fondamentale per risparmiare più di mezzo miliardo di sterline ogni anno, una vera e propria manna dal cielo per le casse del tesoro. Ricomprendendo i cittadini comunitari, poi, il costo sarebbe salito a 1,4 miliardi di sterline annue, una previsione fatta proprio da Londra e resa pubblica nelle ultime ore. Gli esperti del settore hanno bocciato questa ricostruzione, peccato che il Paese voglia andare dritto per la sua strada. Tra i possibili effetti negativi si possono citare il minor numero di arrivi dall’estero, il calo delle vendite ed il crollo del turismo. 

Sull’argomento leggi anche la notizia che è stata pubblicata da AVIONEWS

Sr - 1233733

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili