Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

La rabbia dei dipendenti Air Italy che rischiano di perdere la cig

Manifestazione a Roma di fronte al Mise

Sono 1350 i dipendenti del vettore aereo Air Italy che rischiano di perdere anche la cassa integrazione: è questo l’allarme lanciato questa mattina, mercoledì 14 aprile 2021, dai lavoratori sardi dell’ex-Meridiana che si sono ritrovati a Roma per alzare la voce sull’incredibile vicenda aziendale (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). La manifestazione ha avuto luogo a Via Veneto, sede del ministero dello Sviluppo economico. I dipendenti di Olbia e Milano aspettano da tanto tempo una soluzione ai loro problemi, con la cig che rischia di sfumare proprio ora che i liquidatori dell’aviolinea stanno valutando due manifestazioni di interesse. Un fondo di nazionalità britannica ed un altro russo sono i possibili acquirenti, anche se per il momento tutto tace e non si conoscono altri dettagli. Come ha sottolineato Omar Trudu che fa parte del sindacato Usb (Unione sindacale di base), “si vuole richiamare il Governo all'impegno su un settore strategico quale è il trasporto aereo. Un Paese che rinuncia a gestire il proprio trasporto aereo è un Paese che non è' in grado di creare sviluppo. Oggi sono a rischio migliaia di posti di lavoro, in Alitalia, Air Italy, Ernest, l'indotto. I lavoratori sono stanchi di pagare il prezzo salato di crisi che hanno origine ben prima della pandemia”. La prossima settimana si discuterà meglio delle già citate manifestazioni di interesse, nella speranza che ci siano aggiornamenti positivi sul futuro di Air Italy. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1236084

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili