Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

I vettori aerei che hanno sospeso i voli verso Israele

Il blocco riguarda l'aeroporto di Tel Aviv

Il conflitto che si è inasprito negli ultimi giorni tra israeliani e palestinesi (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS) ha avuto una conseguenza importante per quel che riguarda il trasporto aereo. In effetti, sono aumentate di ora in ora le compagnie internazionali che hanno deciso di sospendere i collegamenti aerei verso lo scalo internazionale “Ben Gurion” di Tel Aviv. La preoccupazione crescente per la sicurezza ha determinato questi blocchi, sia temporanei che più duraturi. Tra l’altro, i lanci di razzi dalla Striscia di Gaza hanno coinvolto anche l’aeroporto in questione che però non ha subito danni. L’elenco dei vettori coinvolti è stato aggiornato costantemente. In particolare, si tratta di Delta Air Lines, American Airlines, United Airlines, Lufthansa e British Airways, soltanto per citare i nomi più celebri del settore. La sospensione è stata in alcuni casi fissata in un giorno, mentre altre aviolinee hanno optato per 48 ore complessive, nonostante non sia ben chiaro quanto dureranno questi blocchi. Ovviamente molto dipenderà dall’andamento del conflitto mediorientale che non sembra avere soluzioni all’orizzonte. Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha spiegato chiaramente come si proseguirà con le operazioni militari fino a quando “sarà necessario”. Le autorità aeroportuali di Tel Aviv hanno optato per il dirottamento dei velivoli ad Eilat, per la precisione presso l’aeroporto Ramon, nella parte meridionale del Paese. Intanto, il lancio di razzi verso il “Ben Gurion” che era stato dato per certo da Hamas è stato smentito dallo stesso hub. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236724

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili