Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Primo volo sul biocarburante russo nel 2024

Nata Eurasian Saf per portarlo negli scali del Paese

È nata in questi giorni in Russia la prima associazione internazionale di aziende con l'obiettivo condiviso di far volare entro il 2024 il primo aereo alimentato da carburante sostenibile per l'aviazione (Saf) 100% made in Mosca. L'alleanza "Eurasian Saf" sosterrà la diffusione di biocarburante con certificazione internazionale nei principali aeroporti del Paese. Ciò dovrebbe permettere un taglio fino all'80% delle emissioni di gas serra del trasporto aereo. 

I membri dell'Alleanza sono: il produttore di petrolio Gazprom, il costruttore europeo di aeromobili Airbus, il vettore aereo russo Aeroflot, l'aviolinea privata russa S7 Group, il vettore cargo russo Volga-Dnepr, lo Zhukovsky Research Institute e la Civil Aviation Research Institute. Il biocarburante sarà prodotto nelle raffinerie di Gazprom a Mosca ed Omsk. 

"L'agenda ambientale sta diventando sempre più uno dei temi-chiave dell'aviazione. Il gruppo Aeroflot ha notevolmente contribuito a incrementare l'efficienza ecologica riducendo le emissioni di CO2 normalizzate del 30%. Firmando la dichiarazione per creare l'alleanza Saf, noi abbiamo compiuto un altro passo verso il futuro, affermando l'impegno per le priorità ambientali del settore", ha dichiarato il vice-amministratore delegato di Aeroflot per il commercio e le finanze, Andrey Chikhanchin. A settembre Aeroflot e Gazprom avevano firmato un primo accordo per lavorare insieme alla produzione ed all'uso di Saf.

Gic - 1241026

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili