Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Guerra ucraina: un lungo confronto

Stoltenberd (Nato): "Dobbiamo mantenere le sanzioni e rafforzare la difesa"

La fine dell'assedio alla capitale Kiev da parte dell'esercito russo, in ritirata verso la Bielorussia e l'est dell'Ucraina, ha fatto pensare a una svolta nel conflitto armato. Tuttavia, non va dimenticato che lo scontro è iniziato nel 2014 in Donbass e in Crimea, con la proclamazione delle repubbliche filorusse di Donetsk e di Lugansk. È questo il motivo per cui la North Atlantic Treaty Organization (Nato) ritiene che il confronto sarà ancora lungo. 

"Dobbiamo essere pronti ad un lungo confronto con la Russia, per questo dobbiamo mantenere le sanzioni e rafforzare la nostra difesa", ha affermato nelle scorse ore il segretario generale dell'Alleanza Atlantica, Jens Stoltenberg, aprendo il Consiglio atlantico con i ministri degli Esteri dei 30 Paesi alleati. Vedi in proposito notizia AVIONEWS.

La guerra in Ucraina -ha aggiunto- può durare mesi o anche anni. La Russia non ha rinunciato all’idea di conquistare Kiev e l’intera Ucraina. Dobbiamo essere pronti ad affrontare un lungo percorso" e "l’opzione di fornire armi pesanti è sul tavolo". Il presidente ucraino Volodymyr Zelenksy, lo ha chiesto più volte: non bastano più i carri armati sovietici, i Javelin americani e i droni turchi; ora bisogna stabilire se alzare il livello dello scontro con Mosca, consegnando aerei da combattimento a Kiev.

Tuttavia, durante la riunione Nato a Bruxelles il segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha ribadito la posizione dell'amministrazione Biden in relazione al sostegno all'Ucraina: sì ad aiuti economici e armamenti ("avranno tutti gli strumenti necessari per contrastare i bombardieri nei cieli e i tank") ma no all'invio di caccia militari.

Sullo stesso argomento vedi la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1243583

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili