Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei. Approvato il salvataggio di Air Europa

Ora si dovrà pronunciare il governo spagnolo

Il salvataggio è servito, ma potrebbe servirne un altro fra sei mesi: Sepi, la società statale spagnola che si occupa di partecipazioni industriali, ha approvato ufficialmente in queste ultime ore il piano per la ristrutturazione del debito del vettore aereo Air Europa, un via libera che era atteso da tempo (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). Si sta parlando di 475 milioni di Euro complessivi, una cifra importante e che, stando a quanto riferito dai media iberici, potrebbe anche non essere sufficiente per dormire sonni tranquilli. L’iniezione di denaro è superiore rispetto a quanto immaginato in queste settimane; sono stati aggiunti infatti 75 milioni di Euro in più e la somma dovrà ricevere altri due ok non certo poco autorevoli. 

Il governo di Madrid e poi anche l’Unione europea si esprimeranno a breve sul piano dell’aviolinea spagnola, tenendo conto della crisi innescata dal coronavirus e da un dato di fatto. In effetti, il piano finanziario è stato ritoccato più volte dall’amministratore delegato, Javier Hidalgo, il quale ha eliminato del tutto la stagione autunnale e quella invernale. Non si tratta nemmeno del primo programma presentato a Sepi, visto che quest’ultima società aveva in precedenza bocciato un’altra bozza, ritenuta “fin troppo ottimistica”. Oltre ai già citati 475 milioni bisogna aggiungerne altri 140 milioni, vale a dire il prestito spagnolo concesso lo scorso mese di maggio (vedi AVIONEWS).

Sr - 1232917

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili