Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei. Perdite triplicate per Kenya Airways

La nazionalizzazione sembra l'unica via d'uscita

Nel corso della giornata odierna, martedì 23 marzo 2021, il vettore aereo Kenya Airways ha reso pubblici i numeri delle proprie performance nel corso del 2020, dati che hanno risentito in modo pesante della pandemia da coronavirus e della crisi economica che si è innescata (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). La compagnia ha rivelato come la perdita dello scorso anno si sia triplicata rispetto a dodici mesi prima, arrivando fino ad un totale di 36,57 miliardi di scellini kenioti (280 milioni di Euro per la precisione). La domanda di viaggi in forte declino ha influenzato questi risultati, senza risparmiare i volumi di carico. In effetti, non si è salvata nemmeno la divisione cargo, visto che Kenya Airways è stata costretta a lasciare a terra gran parte della propria flotta. Lo stesso discorso negativo e improntato all’ottimismo deve essere fatto per il titolo azionario che ha perso parecchio terreno in Borsa. Lo scorso mese di settembre l’aviolinea inoltrò una richiesta esplicita al governo di Nairobi: servivano con urgenza 500 milioni di dollari per affrontare la crisi provocata dal covid-19 ed il crollo delle entrate registrato nel primo semestre del 2020. La compagnia, infatti, aveva riportato un preoccupante -50% e la nazionalizzazione è diventata subito l’unica via d’uscita. Tra l’altro, c’è bisogno di 24 aerei nel giro dei prossimi 2 o 3 anni (la flotta attuale ne conta 34); ecco perché sono in corso delle trattative molto importanti con delle società di leasing. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235615

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili