Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Con De Vincenti i Benetton tentano la carta degli aeroporti

Il neo-presidente è la figura di riferimento della famiglia

Le autostrade non sono andate come sperato? Nessun problema, per la famiglia Benetton si sta aprendo un nuovo orizzonte, quello degli aeroporti. Come sottolineato dal quotidiano “La Notizia”, infatti, i celebri imprenditori potrebbero tentare la carta di Aeroporti di Roma (AdR) e per far capire le loro intenzioni avrebbero in mente una modalità ben precisa. Per la guida dell’ente aeroportuale che gestisce gli scali di Ciampino e Fiumicino sarebbe stato indicato un uomo di fiducia. Si sta parlando di Claudio De Vincenti, nominato recentemente come presidente di AdR (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Oltre ad essere un docente universitario di tutto rispetto, De Vincenti ha ricoperto negli anni rilevanti incarichi istituzionali sempre sotto l'ombrello dei partiti di sinistra. È stato sottosegretario all’Interno del ministero dello Sviluppo economico ed anche sottosegretario alla presidenza del Consiglio, inoltre i rapporti con la famiglia Benetton risalgono a molti anni fa, per la precisione quando Massimo D’Alema era premier (nel periodo 1998-2000 per la precisione). 

Per quel che riguarda il trasporto aereo ha avuto un ruolo di non poco conto in merito al cosiddetto “Air Force Renzi”, vale a dire l’A-340/500 acquistato in leasing dal vettore Etihad Airways per potenziare la flotta di Stato durante il Governo Renzi e che provocò una polemica dopo l’altra. De Vincenti, sempre secondo la stessa fonte, scrisse una notizia a Roberta Pinotti, il ministro della Difesa all’epoca, per puntare sul velivolo. Sulla questione vennero accesi i riflettori grazie al professor Gaetano Intrieri, grazie al quale ci fu un pressing tale da portare alla risoluzione del discusso contratto. Intrieri ha più volte sottolineato come l’aereo fosse anti-economico, oltre che un “progetto di Airbus che non ha avuto alcun riscontro nelle vendite ed è proprio per questo che dopo averne prodotti solamente una quarantina Airbus ha deciso di chiudere la produzione del velivolo di fatto dichiarando il default del progetto”. Per De Vincenti si apre ora una nuova esperienza professionale ed i Benetton vorrebbero puntare con decisione su di lui per far dimenticare le recenti vicende di Autostrade per l’Italia. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1235873

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili