Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

MMI: fregata "Marceglia" molla ormeggi e si dirige verso Golfo Guinea

Per prendere parte ad operazione "Gabinia"

Oggi, venerdì 3 settembre, al termine di un intenso periodo di preparazione, nave "Marceglia", al comando del capitano di Fregata Francesco Ruggiero, lascia La Spezia per recarsi nel Golfo di Guinea dove sarà impegnata per circa quattro mesi nell’operazione “Gabinia”, una missione che ha come obiettivo principale quello di prevenire e contrastare il fenomeno della pirateria.

Il Golfo di Guinea è uno dei mari del mondo più a rischio per gli attacchi di pirateria, ma allo stesso tempo di estrema rilevanza per il nostro Paese, per la sua stretta connessione con il Mediterraneo ed i forti interessi nazionali correlati. Sono sempre più frequenti infatti gli attacchi nei confronti dei mercantili in transito nell’area, tanto da essere considerati un rischio concreto e costante al libero uso del mare. Tale fenomeno pregiudica la libertà di navigazione ed ostacola la catena produttiva e commerciale internazionale, andando a detrimento dell’economia globale.

L’attività della ottava unità del progetto Fremm (Fregata europea multi-missione) nel Golfo di Guinea ha come obiettivo la vigilanza o sorveglianza marittima a tutela degli interessi nazionali e della sicurezza delle vie marittime, ma anche quello di cooperare con le marine dei Paesi rivieraschi al fine di aumentare la reciproca conoscenza e fiducia e per contribuire al miglioramento delle condizioni di sicurezza nella regione.

Nave "Marceglia" è, infatti, in grado di reagire prontamente ad un evento di pirateria, impiegando contemporaneamente gli elicotteri SH-90 imbarcati, i battelli veloci ed il personale specialistico della Brigata Marina "San Marco".

Non mancheranno nel corso della missione occasioni addestrative con le marine militari dei Paesi che operano nell’area, al fine di incrementare il livello di addestramento e interoperabilità dei rispettivi equipaggi, nonché valorizzare e promuovere le peculiarità dei sistemi imbarcati sulle unità della classe Fremm nell’ambito del continuo sostegno della Marina militare al Sistema Paese.

L'unità pattuglierà le acque del Golfo di Guinea fino al prossimo mese di dicembre.

red - 1238726

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili