Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ucraina usa primi aerei droni turchi

In azione i Bayraktar Tb2 su cui i Paesi hanno firmato un memorandum

Gli aerei droni Bayraktar Tb2 sviluppati dall'azienda turca Baykar Technologies sono stati utilizzati per la prima volta dall'Ucraina in un raid contro postazione di artiglieria filorusse situate nell'est del Paese. Si tratterebbe di una reazione all'uccisione di un militare da parte dei separatisti della regione di Luhansk. Lo ha reso noto il ministero della difesa di Kiev. I velivoli senza pilota a pilotaggio remoto (Uav) erano stati consegnati lo scorso luglio. 

A settembre i due Paesi hanno sottoscritto un memorandum d'intesa per istituire un centro di addestramento per l'uso dei droni in Ucraina, mentre Ankara aprirà un impianto per la produzione di questo tipo di aeromobili in territorio ucraino. Kiev vorrebbe acquistare complessivamente 50 droni Bayraktar Tb2. Si tratta di Uav hunter-killer dotati di una lunga autonomia, che volano a medie altitudini, capaci di svolgere sia missioni di sorveglianza che di attacco e combattimento. Difatti, possono essere armati con un carico massimo di 150 kg su 4 slot sotto le ali: bombe a guida laser, missili anticarro a lungo raggio e razzi Cirit. Tutti prodotti dall'azienda turca di difesa Rocketsan. I sistemi d'arma sono già stati usati contro milizie filorusse in Siria, Libia, Nagorno Karabakh, e nella guerra fra Armenia ed Azerbaigian del 2020. 

Gic - 1239953

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili