Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Londra presenta progetto aereo ad idrogeno

FlyZero sviluppato da Aerospace Technology Institute

Aerospace Technology Institute (Ati) britannico in questi giorni ha presentato il progetto FlyZero che mira a sviluppare il primo aereo ad idrogeno liquido operante nelle lunghe tratte commerciali. L'annuncio è stato fatto di fronte alla platea del Jet Zero Council, una partnership pubblico-privato. Il prototipo sarà in grado di trasportare 279 passeggeri su tratte transatlantiche, come Londra-San Francisco, mentre per le rotte più lunghe sarà necessario uno scalo tecnico. 

"Questo progetto pionieristico di un aereo alimentato ad idrogeno liquido, guidato da un'organizzazione britannica, è un passo verso un futuro in cui le persone viaggeranno e si connetteranno senza inquinare. Non vedo l'ora di continuare a lavorare a stretto contatto con il Jet Zero Council per supportare la ricerca. Ciò ci aiuterà a raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi net zero e guiderà la transizione globale verso l'aviazione net zero", ha sostenuto il segretario di Stato per i trasporti Grant Shapps

"In questo momento di attenzione globale per il cambiamento climatico, il nostro concept di aereo di medie dimensioni rivoluziona la visione del futuro dei viaggi aerei. È una nuova alba per il settore aeronautico, che porta reali opportunità per l’industria aerospaziale britannica. Quest’ultima può assicurarsi nuove quote di mercato, creando posti di lavoro altamente specializzati ed attirando investimenti", lo ha dichiarato il direttore del progetto FlyZero, Chris Gear

All'inizio del 2022 saranno pubblicati i primi risultati dettagliati del piano, inclusi tre concept di aeromobili: l'aereo regionale ad idrogeno, quello narrowbody ed il midsize. Il tutto condito con una road map tecnologica supportata da rapporti economici e di mercato, nonché di una valutazione di sostenibilità della filiera. L'obiettivo di Londra è quello di essere pronta per metà 2030, quando stima che la domanda dei nuovi mezzi potrà superare quella dei tradizionali velivoli. 

Gic - 1240856

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili