Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Seconda class action contro ITA Airways

Gli avvocati chiedono assunzione di 3000 dipendenti ramo Aviation

Una seconda azione legale collettiva è stata depositata nei giorni scorsi preso il Tribunale di Roma per contestare la procedura di assunzione del personale della ex-Alitalia da parte della neonata compagnia di bandiera ITA Airways. La class action chiede l’assunzione degli oltre 3000 lavoratori del ramo Aviation, non riassorbiti nella nuova aviolinea decollata lo scorso 15 ottobre 2021. 

Gli avvocati Andrea Circi e Carlo De Marchis sostengono che la travagliata vertenza Alitalia si trascini in totale continuità con la nascita di ITA Airways: "Il personale di condotta, quello preposto alle funzioni di gestione dell’attività di volo e le figure di vertice delle direzioni strategiche coincidono, potendosi sovrapporre come le divise, le livree degli aeromobili ceduti e non da ultimo il marchio". 

Il ricorso è giunto sul tavolo dei giudici sabato 15 gennaio. L'azione collettiva segue quella depositata il 30 dicembre presso il Tribunale di Roma: vi si chiedeva un intervento contro presunte discriminazioni subite da alcune lavoratrici in "età fertile" o con familiari disabili a carico. L'attuale ricorso chiede, oltre all'assunzione dei 3000 dipendenti, di "condannare ITA Airways al pagamento di una somma a titolo risarcitorio". 

Sullo stesso argomento vedi la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1241604

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili