Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

In Tonga i primi aerei con aiuti umanitari

Alimenti, kit igienici e beni di prima necessità da Australia e Nuova Zelanda

I primi aerei da trasporto militare australiani e neozelandesi sono atterrati in queste ore presso il Fuaʻamotu International Airport, il principale scalo dell'arcipelago di Tonga. I velivoli, tra cui un Boeing C-17 Globemaster della Royal Australian Air Force (Raaf), hanno trasportato aiuti per fronteggiare l'emergenza e strumenti di comunicazione per sostituire quelli danneggiati.

I primi aiuti umanitari arrivano dopo cinque giorni di completo isolamento, a seguito dell'eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha'apai e del successivo tsunami che si è abbattuto sulle coste dell'Oceano Pacifico meridionale. Finora le isole dell'arcipelago erano rimaste senza sostegni perché lo scalo aeroportuale -e soprattutto la pista ricoperta di cenere- ed i porti erano inutilizzabili.

L’aereo inviato dalla Nuova Zelanda trasportava alimenti, acqua potabile, generatori di elettricità, prodotti per l’igiene personale e della casa, apparecchi per comunicare. L’Australia ha fatto sapere che il primo dei due velivoli di soccorso che ha inviato trasportava anche strumenti per desalinizzare l’acqua ed un dispositivo per facilitare la pulizia della pista dell’aeroporto. 

Ulteriori aiuti sono stati promessi dal Giappone, che ha annunciato l'invio di due aerei C-130 Hercules di Lockheed Martin. Anche la Cina e la Francia hanno annunciato l’invio di beni di prima necessità. Domani sono attesi anche i primi soccorsi via mare inviati ancora dalla vicina Nuova Zelanda.

Gic - 1241666

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili