Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

ITA Airways (3): assunzioni ed espansione ponderata

Altavilla: "Se inseguiamo gli altri finisce in un bagno di sangue"

La politica del personale e la concorrenza con le low-cost sono stati al centro dell'audizione in commissione Trasporti presso la Camera dei deputati del presidente esecutivo, Alfredo Altavilla, e dell’amministratore delegato, Fabio Lazzerini. Numerosi parlamentari di vario orientamento politico hanno sollevato quesiti sulle assunzioni dei dipendenti dall'ex-aviolinea Alitalia, sulle remunerazioni, sulle prospettive di espansione.

"Le assunzioni non sono un interruttore della luce on/off. Vanno avanti regolarmente e non hanno tenuto conto della situazione Covid-19. Dal 31 dicembre 2021 abbiamo assunto altre 61 persone", ha spiegato Altavilla, che il recupero di gap dai 2800 annunciati poi ridotti agli attuali 2235 avverrà nei prossimi mesi. Ed a chi lo chiedeva ha spiegato che "il costo del personale è pari al 14% del fatturato dell'azienda", ma ha respinto le accuse: non c'è alcun "doppio binario di remunerazione" tra manager ed operai. "La start-up è stata avviata con una politica basata sulla competitività e prezzi, quindi tutti sono assunti con stipendi su fascia mediana". Tuttavia il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli (FdI) ha fatto notare che sarà impossibile assumere 4000 persone entro giugno 2022 come promesso. 

Alle domande sulle due Class action degli ex-lavoratori Alitalia, il presidente di ITA Airways ha risposto: "Se dovessimo riassumere tutti i lavoratori del ramo Aviation in meno di sei mesi saremo costretti a portare i libri contabili in tribunale. Deciderà la magistratura del lavoro". Inoltre, "non c'è alcuna discriminazione sui piloti Alitalia: solo il 3% è stato assunto da altre compagnie".

Altro tema è la concorrenza con le low-cost: "Ryanair riceveva 11,5 Euro a passeggero, mentre la vecchia Alitalia 0,15 -ha affermato Altavilla- io voglio pari condizioni da parte dei gestori aeroportuali e degli enti locali. Il recupero della presenza sul territorio della compagnia di bandiera nazionale parte da qui. Se inseguiamo chi riceva questi incentivi per noi la risalita si trasforma in un bagno di sangue".

Infine, le risposte su due casi di cronaca sollevati dai giornali: l'accordo tra ITA Airways ed Helbitz Kitchen per le mense aziendale è una "collaborazione senza conflitto di interessi come confermano gli organi vigilanza di ITA", perché "non c'è scambio di denaro tra le parti" in causa. Infine conferma il volo a Tolosa con 20 persone: "Abbiamo deciso di fare andata/ritorno in giornata con un nostro aereo perché aveva costi operativi minori", ha concluso il presidente esecutivo dell'aviolinea.

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

Gic - 1241690

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili