Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Alitalia-Ita (2), i punti che non convincono Bruxelles

L'antitrust comunitario ne ha elencati circa 100

Non solo Camera e Senato: il vettore aereo Alitalia-Ita (Italia trasporto aereo) non deve fare i conti con la politica nostrana, ma anche con quella europea (leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS). Il piano industriale è pronto ed è stato in parte svelato, peccato che i punti da chiarire siano oltre un centinaio, almeno secondo quanto sottolineato da Bruxelles. L’antitrust dell’Unione europea, come emerso in queste ultime ore, ha inviato di recente una lettera alla rappresentanza italiana che si trova proprio nella capitale belga. Il documento in questione, stando a quanto è trapelato, sarebbe pieno di dubbi e punti interrogativi, di conseguenza la partenza della Newco è in salita come non mai. Il via libera della Commissione europea è fondamentale per il decollo definitivo di Ita, altrimenti si rischia una procedura per gli aiuti di Stato e un blocco dei 3 miliardi di Euro garantiti dal Tesoro (vedi AVIONEWS). 

La lettera dell’authority comunitaria è stata visionata da “Milano Finanza” ed è emerso come Bruxelles preferirebbe ancora più discontinuità e la vendita degli asset mediante una gara trasparente e non discriminatoria. Un altro consiglio è quello di cedere gli slot aeroportuali congestionati, senza dimenticare il programma “Millemiglia” che andrebbe gestito sempre tramite gara per lo stesso motivo. Tra le richieste della Commissione figurano persino i collegamenti aerei strategici, da indicare con maggiore precisione; in particolare, queste rotte dovrebbero essere dettagliate con uno schema specifico e le stime dei profitti per quel che riguarda il quinquenni 2021-2025. 

Sullo stesso argomento leggi anche la notizia che è stata pubblicata da AVIONEWS

Sr - 1234219

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili