Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei. Nuovo piano di salvataggio per Aer Lingus

Il governo ha ammesso le negoziazioni

Il cielo d’Irlanda è un oceano di nuvole e luce: inizia in questo modo una delle più celebri canzoni di Fiorella Mannoia ed un barlume di luce in fondo al tunnel lo sta intravedendo proprio un vettore aereo di questo Paese. Si sta parlando di Aer Lingus, compagnia che fa parte di Iag (International Airlines Group) e che potrebbe beneficiare a breve di un nuovo piano di salvataggio (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). L’obiettivo è quello di evitare che l’aviolinea irlandese fallisca, con il governo di Dublino che ha ammesso nelle ultime ore la negoziazione dell’aiuto economico. Le trattative, però, non tengono conto di quella che potrebbe essere la reazione dell’altro vettore irlandese, Ryanair, da sempre contrario a sostegni finanziari di questo tipo, come dimostrato dalle recenti sentenze comunitarie (vedi AVIONEWS). Finora è stato un fondo sovrano a garantire il salvataggio di Aer Lingus, per la precisione con un prestito triennale pari a 150 milioni di Euro. Si sta parlando dell’Isif, l’Irish Strategic Investment Fund e vale la pena approfondire i dettagli del salvataggio. Il prestito in denaro liquido avrà una durata complessiva di tre anni ed avrà come obiettivo anche quello di rafforzare la posizione di mercato dell’aviolinea. L’attuale operatività della compagnia è caratterizzata dal corto raggio nel continente europeo, nonostante la concorrenza non indifferente proprio di Ryanair, mentre le rotte internazionali sono soprattutto quelle verso gli Stati Uniti. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1234964

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili