It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Droni: da Caltech l'Uas per allontanare gli uccelli dagli aeroporti

Guidato da un algoritmo che gli permette di ridurre al minimo i rischi di collisione

Un sistema progettato al California Institute of Technology (Caltech) per cercare di risolvere definitivamente uno dei problemi più seri per l'aviazione, ovvero gli stormi di uccelli che volano nei pressi degli aeroporti che rischiano di causare gravi danni agli aerei. Il caso più famoso è probabilmente quello dell'aereo operante il volo Us Airways 1549 che ebbe un bird strike durante il decollo, obbligando il pilota ad effettuare un ammaraggio sul fiume Hudson, che si risolse grazie alla sua bravura e alla fortuna, senza vittime; l'incidente sarebbe potuto però andare in maniera decisamente diversa.

Un drone Uas (Unmanned aerial systems) potrebbe essere la soluzione. A spiegare il funzionamento di un simile sistema è il docente di  ingegneria aerospaziale al Caltech Soon-Jo Chung che ha coordinato la ricerca pensando ad "un drone capace di agire in modo autonomo per allontanare gli uccelli". Questo permetterebbe di superare le tecniche utilizzate attualmente negli aeroporti che non riescono a ridurre a zero il rischio bird strike, dal momento che gli uccelli o si abituano alle contromisure capendo che sono "finte", oppure si spostano in un'altra zona dell'aeroporto rimanendo un pericolo.

La differenza tra un aereo radiocomandato e un drone autonomo dotato di un algoritmo sta nel fatto che questo può reagire "in tempo reale al comportamento di uno stormo di grandi dimensioni". Finora l'Uas costruito in California come detto da Chung "è riuscito ad allontanare con successo stormi di aironi e di strolaghe dagli aeroporti, grazie agli studi effettuati anche sui comportamenti degli uccelli". Una volta avvicinatosi allo stormo, il drone inizia ad avanzare mantenendosi dietro la "distanza di paura" -evitando bruschi e pericolosi cambi di quota dei volatili-, ed  inizia a muoversi inviando segnali acustici che provocano cambi di direzione controllati dello stormo.

L'Uas di Caltech inizierà presto la sperimentazione sia negli aeroporti sia nelle vigne californiane per proteggerle dai corvi.

M/A - 1213805

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Similar