It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Ultime trattative di Virgin Atlantic con i creditori

Si attende il giudizio sul piano di salvataggio

Le trattative del vettore aereo Virgin Atlantic con i propri creditori sono entrate nel vivo. Come si è scoperto all’inizio di questo mese di agosto, la compagnia britannica potrebbe rimanere senza liquidità entro la fine di settembre (leggi la notizia pubblicata da AVIONEWS). I colloqui stanno anticipando la decisione che dovrà prendere l’alta Corte di Londra sul salvataggio per il quale saranno investite 1,2 miliardi di sterline (il giudizio è atteso per la settimana prossima). La questione non è affatto semplice. I fornitori di Virgin dovranno accettare o meno dei pagamenti ridotti da parte dell'aviolinea (-20% per la precisione), senza dimenticare il resto dei versamenti che dovrebbero essere scaglionati.

I fornitori di cui si sta parlando sono soprattutto le aziende che noleggiano i velivoli e altri soggetti  che si occupano dei vari servizi aerei. L’amministratore delegato Shai Weiss si è dimostrato finora ottimista, nonostante esista la possibilità che gli 1,2 miliardi di sterline non siano sufficienti per il salvataggio vero e proprio. Il piano previsto per l’aviolinea di Richard Branson è una novità assoluta per quel che concerne la Gran Bretagna. L’insolvenza, infatti, potrebbe essere evitata anche nel caso di un “no” da parte dei giudici, un piano che viene definito “forzato” e che si motiva col fatto di dover venire incontro all’interesse dei principali creditori.

sr - 1231277

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar