It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Le difficoltà dell'aeroporto di Berlino-Brandeburgo ad un mese dall'apertura

Preoccupano le perdite finanziare dello scalo tedesco

Nove anni di ritardo, un mese ancora da attendere ed un numero imprecisato di perdite economiche. La situazione dell’aeroporto “Willy Brandt” di Berlino-Brandeburgo è a dir poco paradossale: la sua apertura, dopo anni di attese e rinvii, è imminente e prevista per il prossimo 31 ottobre, eppure questo scalo ha già bisogno di aiuti consistenti (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). Ma a quanto ammontano di preciso? I media tedeschi hanno parlato nelle ultime ore di almeno 300 milioni di Euro; 100 milioni sono necessari per i pagamenti arretrati, mentre i restanti 200 milioni si riferiscono alla somma da versare alla società che ha in gestione l’aeroporto, Flughafen Berlin-Brandenburg. 

Le dimensioni ed i numeri da registrare in futuro sono importanti, vale a dire 27 milioni di passeggeri ed il raggiungimento del terzo posto della “classifica” degli scali della Germania (subito dopo Francoforte sul Meno e Monaco di Baviera). L’attesa è stata quasi snervante, visto che l’inaugurazione iniziale era stata programmata per il 2011, prima di una serie di ostacoli e difficoltà. Engelbert Lütke Daldrup, direttore generale di Berlino-Brandeburgo, è stato molto chiaro, parlando dei nuovi aiuti da chiedere nei prossimi mesi e dell’insolvenza evitata grazie agli azionisti che hanno tamponato la perdita reddituale. Le premesse non sembrano buone, ma la data del 31 ottobre è sempre più vicina.

Sr - 1232034

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar