It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

AirAsia annuncia fine collegamenti aerei col Giappone

L'aviolinea non opererà più nella Nazione asiatica

Un Paese importante e strategico a cui rinunciare a malincuore: AirAsia, vettore aereo low-cost attivo nel continente da cui prende appunto il nome, ha deciso di sospendere con effetto immediato le proprie operazioni in Giappone. La decisione è stata ufficializzata nelle ultime ore e ha fatto molto rumore, come è facile immaginare. Lo zampino della pandemia da coronavirus c’è tutto e l’obiettivo di questa cessazione è quello di far risparmiare più denaro possibile alla compagnia. Il Covid-19 ha fatto perdere ad AirAsia il maggior quantitativo di soldi della propria storia, in particolare nel secondo trimestre del 2020 che è terminato lo scorso 30 giugno. 

Secondo quanto riferito da Jun Aida, direttore operativo della divisione giapponese dell’aviolinea, non è più possibile operare senza visibilità e certezza di un percorso di recupero successivo all’emergenza sanitaria; inoltre, questa scelta è stata presa “senza fretta e nemmeno alla leggera”. Nelle scorse settimane si era aperto qualche spiraglio per quel che riguarda il Giappone, anche se poi ha prevalso il buon senso. Intanto, AirAsia X, sussidiaria della casa madre, è alla ricerca di accordi con i creditori per ristrutturare quanto prima il debito, altrimenti molti altri collegamenti aerei potrebbero saltare in futuro. Giusto un anno fa, la situazione era diametralmente opposta: la compagnia si era infatti impegnata ad ordinare nuovi aerei, in particolare A-330/900 ed A-321XLR, una commessa che faceva ben sperare per il futuro. 

Sull’argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1232415

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar