It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

3 novembre 1957: la missione nello spazio della cagnolina Laika

Sono passati 63 anni dal lancio dello Sputnik 2

Un “sacrificio” in nome della scienza. La data del 3 novembre è una delle più importanti per quel che riguarda la storia dello spazio, visto che esattamente 63 anni fa veniva lanciato in orbita il secondo satellite artificiale in assoluto, lo Sputnik 2. Era appunto il 3 novembre del 1957, un mese dopo il debutto ufficiale, ma ci fu molto più clamore per un motivo ben preciso. A bordo dello Sputnik 2 era presente il primo essere vivente destinato a raggiungere lo spazio, la cagnolina Laika; la sua storia è famosissima ed è stata approfondita più volte in tutta la sua drammaticità. 

Anzitutto, bisogna precisare che il nome con cui l’animale è passato alla storia è un errore: “Laika” è soltanto il termine convenzionale russo con cui si identifica la razza, in realtà il primo essere che doveva "scoprire" lo spazio si chiamava Kudrjavka. Né Mosca né Washington avevano l’esperienza giusta per una missione del genere, in particolare non sapevano nemmeno se il corpo di una persona o di un animale avrebbe resistito a lungo senza gravità. Laika aveva 3 anni ed il lancio del satellite avvenne dal cosmodromo di Bajkonur. Secondo quanto riferito da alcune fonti ufficiali, i segnali dallo Sputnik 2 durarono sette ore prima del silenzio assoluto, anche se poi la Russia raccontò della sopravvivenza del cane per più di quattro giorni. 

Il satellite, invece, rientrò nell’atmosfera terrestre cinque mesi dopo, il 14 aprile del 1958, dopo oltre 2500 giri intorno alla Terra. La capsula che finì in orbita 63 anni fa pesava 18 chilogrammi e l’interno era stato pensato per consentire a Laika di stare comodamente sdraiata oppure in piedi, senza dimenticare il cibo e l’acqua preparati sotto forma di gel. La cagnolina non sopravvisse a causa degli sbalzi di temperatura, furono più fortunate di lei Belka e Strelka, altri due cani che tornarono sani e salvi nel 1960 al termine di una missione spaziale a bordo del satellite Sputnik 5.

Sr - 1233036

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar