It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Dopo 50 anni si torna a far luce sul dirottamento di Dan Cooper

L'uomo si lanciò col paracadute dopo aver chiesto 200 mila dollari

Mezzo secolo esatto: è passato tanto tempo da quando Dan Cooper (non si è mai capito se il suo nome fosse reale o fittizio) dirottò un B-727 del vettore aereo Northwest Orient Airlines, chiedendo un riscatto sostanzioso e lanciandosi col paracadute dallo stesso velivolo (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). La figura di questo signore ha ispirato serie televisive e racconti letterari, prima che l’Fbi chiudesse definitivamente il caso cinque anni fa senza accertare alcuna verità concreta. 

Ora c’è uno storico con la passione del crimine che vuole risolvere a tutti i costi il rompicapo. Cooper chiese 200 mila dollari di riscatto mentre l’aereo era in volo da Portland a Seattle e di quel testo e soprattutto dell’uomo non si è mai saputo nulla. Lo storico risponde al nome di Eric Ulis che ha deciso di riaprire le indagini, sottolineando come i federali abbiano sempre cercato il fuggitivo nel posto sbagliato. Ulis ha anche aperto una pagina Facebook per aggiornare gli utenti sui progressi dell’inchiesta privata. Anzitutto si è concentrato su un’area di cinque chilometri quadrati, a partire dalla zona in cui furono scoperte diverse banconote nel 1980.

Le testimonianze dei passeggeri e dell’equipaggio sono ancora fondamentali. Era il 24 novembre del 1971 e tutti parlarono di DB Cooper come di un 40enne molto elegante, alto un metro e ottanta che si accese anche una sigaretta durante il volo e che ordinò del bourbon da bere. Il dirottamento cominciò quando questo distinto signore mostrò ad una hostess un biglietto in cui aveva scritto che nella sua valigetta era presente una bomba e che pretendeva appunto un riscatto. Il B-727 atterrò in una pista isolata dell’aeroporto di Seattle per permettere la consegna dei soldi, prima che gli altri passeggeri sbarcassero, lasciando a bordo i piloti ed il dirottatore con destinazione Città del Messico. Cooper si lanciò col paracadute mentre il velivolo era nei pressi dello Stato di Washington: gli stessi piloti scoprirono che il portellone posteriore era aperto e l’uomo era scomparso. Non pochi mitomani hanno fatto sapere in seguito di essere questo oscuro personaggio, ma nessuna pista ha portato a qualcosa di concreto, salvo che l’idea social di Ulis sia di qualche utilità. 

Sr - 1238419

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar