It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aereo test B-737 Max decolla per prova in volo in Cina

"FlightRadar24" ne mostra oggi il tracciato

Il velivolo in questione, di proprietà di Boeing, potrebbe dare il via alla campagna di ricertificazione locale aprendo forse la strada a un ritorno al servizio dopo due anni e mezzo di fermo imposto anche nel Paese asiatico

Il sito web "FlightRadar24" specializzato in servizi di tracciamento di voli in tempo reale, riporta oggi il decollo di un aereo test B-737 Max 7 marche N7201S, alzatosi in volo stamattina in direzione sud-est dall'aeroporto internazionale di Shanghai-Pudong alle 9:24 ora locale (0124 Gmt), senza alcuna destinazione schedulata. Secondo quanto scrive la stampa cinese in queste ore, seppur il tracciamento del volo fosse incompleto, diverse foto rimbalzate sui social mostrano come il mezzo sia poi atterrato all'aeroporto Zhoushan-Putuoshan, circa 150 km a sud di Pudong (atterraggio poi confermato dallo stesso "FlightRadar24" come avvenuto alle ore 13:41). Il velivolo in questione era decollato da Seattle la scorsa settimana, e giunto a Shanghai il 7 agosto scorso dopo aver fatto scalo tecnico ad Honolulu e a Guam. Va ricordato che proprio a Zhoushan, Boeing ha un impianto di completamento del -737 Max in fatto di allestimento degli interni e di verniciatura delle livree. 

Boeing sull'indiscrezione sembra non voler rilasciare dichiarazioni. Il B-737 Max fu messo a terra in tutto il mondo nel marzo 2019, dopo due gravi incidenti (volo Lion Air 610 e volo Ethiopian Airlines 302) che provocarono in totale la morte di 346 persone. L'industria di Seattle da allora si è impegnata a riprogettare il sistema di controllo Mcas, che ha avuto un ruolo cruciale in entrambi i disastri. I voli passeggeri negli Stati Uniti con questo modello sono ripresi nei primi mesi del 2021. Ma in Cina il modello rimane ancora oggi a terra anche se le principali economie mondiali lo hanno ricertificato per il servizio. Il Paese asiatico tra l'altro è stato il primo al mondo a decretarne il fermo dopo le due tragedie. 

Occorre precisare anche che per Boeing la Cina rappresenta il più grande mercato estero, e le sue aviolinee hanno acquisito un numero significativo di -737 Max nel passato e circa 200 esemplari sarebbero tuttora in ordine. E mentre Pechino ha dichiarato a chiare note che per il ritorno in servizio del modello, l'aeromobile dovrà essere autorizzato come idoneo al volo, i piloti dovranno essere completamente riqualificati, e dovranno essere tratte chiare conclusioni circa i due incidenti che hanno preceduto la messa a terra, nelle speranze del presidente e ceo di Boeing, David Calhoun, vi è una riautorizzazione ai voli prima della fine di quest'anno o al massimo entro la prima metà dell'anno seguente poiché, come egli stesso ha dichiarato, il piano di Boeing per aumentare la produzione del -737 Max potrebbe dipendere proprio dalla Cina. 

Per dettagli, il tracciamento di "FlightRadar24" di tutti i voli effettuati dal Max 7 N7201S a partire dal decollo da Seattle il 4 agosto fino al test odierno e all'atterraggio alle ore 13:41, è disponibile cliccando QUI.

cm - 1238472

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar