It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Anche Mosca evacua civili da Kabul con ponte aereo

Con 4 velivoli riporta in patria non solo russi, ma anche ucraini e cittadini dei Paesi della Csto

Sono decollati stamattina da Kabul diretti come destinazione finale all'aeroporto di Ulyanovsk, ovvero lo scalo predisposto per il ponte aereo, i quattro velivoli militari da trasporto messi in campo da Mosca per il rimpatrio dei connazionali dall'Afghanistan. Ma l'evacuazione di civili non riguarda soltanto i cittadini russi: secondo quanto rende noto il ministro della difesa Sergei Shoigu, tali aeromobili si stanno occupando anche del rientro di civili ucraini e di cittadini appartenenti ai Paesi che aderiscono alla Csto, Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva, ovvero un'alleanza difensiva creata nel 1992 da sei Nazioni appartenenti alla Comunità degli Stati Indipendenti (Cso). A bordo degli aerei dunque anche civili di Bielorussia , Kirghizistan , Tagikistan e Uzbekistan. Con loro volano medici militari provvisti di attrezzature sanitarie e medicinali, oltre a beni di necessità come rifornimenti di acqua, cibo e coperte.

Uno dei velivoli decollati da Kabul stamattina, un Ilyushin Il-76 da trasporto strategico ha fatto tappa alla Gissar Air Base, Repubblica di Tagikistan, dove ha sbarcato i cittadini tagiki. I quattro aerei in poche ore hanno riportato in patria oltre 500 civili.


SaM - 1238586

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar