It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Faa contro Boeing su nomina supervisori di sicurezza

L'autorità afferma che sarebbero privi di esperienza sulla certificazione degli aerei

La Federal Aviation Administration (Faa) ha inviato in questi giorni una nuova lettera di reclamo a Boeing per sottolineare che alcuni ingegneri nominati dall'azienda come supervisori della sicurezza -ed intervistati e valutati dall'autorità- non erano all'altezza delle aspettative dei regolatori dell'aviazione civile. Secondo la missiva non avrebbero sufficienti competenze tecniche. 

La nuove nomine sono finite sotto la lente di Faa dopo che durante la pandemia il costruttore statunitense aveva disposto il pensionamento anticipato per vari ingegneri, autorizzati dall'autorità per l'aviazione, che si occupavano del settore sicurezza. Boeing ha affermato che sta migliorando il processo di selezione e di supervisione del lavoro. 

Tuttavia, entro la fine del 2021 dovrebbero entrare in vigore nuove regole che prevedono che ogni nomina venga valutata dai regolatori mediante un'intervista, in seguito alla quale essa può essere approvata o rifiutata da Faa. L'obiettivo di quest'ultima, perciò, è spingere già adesso lungo questa direzione. Di modo che gli impiegati nel settore sicurezza e certificazione degli aerei assicurino test completi e progetti conformi alle normative. 

L'autorità per l'aviazione è particolarmente attenta nei confronti di Boeing per via delle indagini sulla certificazione dell'aereo 737 MAX. Si ricorda, infatti, che il velivolo era stato approvato ma si è scoperto che aveva un sistema di controllo del volo imperfetto a causa di una supervisione carente. Questo il motivo che ha determinato due incidenti aerei mortali a cavallo tra il 2018 ed il 2019

Sullo stesso argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1240314

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar