It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Sita: trasporto aereo e Covid-19

Il settore investirà in automazione, sostenibilità e digitalizzazione controlli sanitari

Aumentano gli investimenti in tecnologia, sostenibilità e controlli sanitari per la ripresa del trasporto aereo dal Covid-19, nonostante il budget a disposizione rispetto al 2021 rimane invariato. E’ quanto emerge dal rapporto 2021 Air Transport IT Insight di Sita, il fornitore di tecnologia per l’industria del trasporto aereo, che ha raccolto i dati di oltre 180 aeroporti e vettori aerei in 45 Paesi.

Se si compara al 2021, la maggioranza delle compagnie (84%) e degli scali (81%) prevedono la stessa, se non maggiore, spesa in tecnologia nel 2022. In particolare, la spesa in sistemi di automazione dei processi per i passeggeri subisce un considerevole aumento. Lo stesso dato nel 2021 era il 56% per le aerolinee ed il 67% per gli aeroporti.

Automatizzare i controlli sanitari

Durante il 2021 il personale dell’81% delle aviolinee ha verificato manualmente i certificati sanitari in formato cartaceo o scannerizzato. Questo dato cambierà nel 2022, grazie al processo di automatizzazione in corso e per i prossimi tre anni: il 51% delle aerolinee già investe nei controlli tramite app ed il 45% in verifiche sanitarie con i chioschi self-service. Quasi un terzo ha in programma la verifica tramite chioschi entro il 2024.

Gli investimenti delle compagnie stanno anche aumentando in aree come il self-service tramite cellulari, la consegna non assistita dei bagagli, i gate d'imbarco e le notifiche dei bagagli. Quasi tre quarti (74%) degli aeroporti sta già investendo in soluzioni di gestione dell'identità biometrica dei passeggeri per aumentare la sicurezza e l'efficienza nell'era del Covid-19.

Passi verso la sostenibilità

La sostenibilità sale sul podio dell’agenda IT con il 56% delle compagnie che implementa nuove tecnologie per migliorare l'efficienza in volo, ridurre il consumo di carburante tramite i dati sulle rotte e per ridurre le emissioni di carbonio di tipo 1 e 2 del protocollo Green House Gas (Ghg) Protocol, che si concentra sulle emissioni dirette da fonti possedute o controllate e sulle emissioni indirette dalla generazione di energia acquistata. Un terzo delle compagnie (32%) prevede di farlo entro il 2024.

La sostenibilità è altrettanto importante per gli scali, che si attiveranno per la costruzione di infrastrutture aeroportuali (spazi verdi, uso di luce naturale ed energia rinnovabile), punti di riciclaggio ampiamente disponibili, tecnologia ed automazione intelligente degli edifici.

Mentre l'industria spinge verso la digitalizzazione, si fa sempre maggior affidamento ai data centre. I risultati dell’indagine mostrano che la maggior parte delle aviolinee prevede di adottare criteri di selezione per i data centre esterni che promuovano la carbon neutrality o altre considerazioni ambientali.

red - 1241486

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar