It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Le soluzioni alla pandemia arrivano dallo spazio

Alcuni progetti vincitori del bando "Space in Response to Covid -19"

Presentati in questi giorni i sei progetti vincitori del bando di gara "Space in Response to Covid-19" avviato nel marzo 2020 in collaborazione tra l'Agenzia spaziale europea (Esa, European Space Agency), il ministero italiano per l'Innovazione digitale e l'Agenzia spaziale italiana (Asi). Tra le migliori idee, che sfruttano tecnologie spaziali per superare con successo il periodo pandemico, figurano: una applicazione per smartphone che aiuta a monitorare i contagi grazie ai dati satellitari, un robot che supporta il personale ospedaliero, una piattaforma di coding per allenare gli aspiranti astronauti.

Le proposte sono state oltre 100. I progetti vincitori hanno visto poi uno sviluppo concreto grazie anche al cofinanziamento da 10 milioni di Euro messi a disposizione da Asi. Tra questi c'è Code-19: piccoli robot autonomi, già testati in ospedale, che grazie a tecnologie satellitari si muovono all'interno dei nosocomi per trasportare materiali, referti o campioni biologici. Poi c'è Epico-19 che grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale incrocia dati epidemiologici ed immagini satellitari, consentendo di monitorare la diffusione della pandemia. Una sezione del bando era destinata al mondo educativo. Qui tra i vincitori c'è Dreamcoder 2.0, un progetto che consente di trasferire un progetto scientifico in un esperimento a bordo della Stazione spaziale internazionale (Iss, International Space Station). 

Gic - 1241537

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar