It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

L'aeroporto di Palermo apre ai profughi ucraini

Almeno 20 persone sbarcate ieri con un aereo proveniente dalla Polonia

L'aeroporto "Falcone-Borsellino" di Palermo-Punta Raisi ha aperto un canale per l'accoglienza dei profughi ucraini fuggiti dal Paese a causa del conflitto armato con la Russia. Si tratta di un percorso umanitario creato grazia alla collaborazione fra la società di gestione dello scalo palermitano Gesap, la direzione aeroportuale Sicilia-Occidentale dell'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac), la Polaria, la Polizia di Frontiera e il Comune di Palermo. 

"Abbiamo contattato i nostri amici e partner dell'aeroporto di Cracovia con i quali da anni abbiamo una stretta collaborazione. Ci sono tante persone in partenza. Hanno apprezzato la nostra disponibilità ad accogliere chi fugge dalla guerra in Ucraina", ha dichiarato il direttore generale del gestore aeroportuale Gesap, Natale Chieppa

Sono almeno una ventina le persone sbarcate ieri con un volo in arrivo dallo scalo polacco di Cracovia. Tra loro ci sono anche alcuni bambini. Il sistema di accoglienza prevede l'esecuzione di un tampone antigenico all'arrivo o la somministrazione del vaccino anti-covid nella sala check-in C. Poi sono presenti uno stand informativo e di assistenza e un mediatore culturale che orienta i profughi ucraini, fornendo loro contatti con associazioni e istituzioni. 

Sullo stesso argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1242838

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar